home  news  contattaci  SEZIONE WAI - accessibilità

| A| B| C| D| E| F| G| H| I| J| K| L| M| N| O| P| Q| R| S| T| U| V| W| X| Y| Z|
Cerca nel Sito

La Regione per la Cultura
Le banche dati del patrimonio culturale
Beni culturali
Spettacolo, mostre e attività culturali
Servizi per la cultura
Cinema e Marche Film Commission
Comunità Virtuale
> Principale  
MARCHE CULTURA – La Regione rilancia con eventi di rilievo internazionale
“Un paese che non ha cultura è un paese che non ha futuro”: sulla base di questa convinzione espressa dall’assessore alla Cultura, Pietro Marcolini, nel corso del recente Forum alle Muse, la Giunta regionale prosegue nell’investire nell’offerta culturale, volano anche di occupazione e integrazione sociale


Fino alla prossima estate, una serie di eventi di rilievo artistico e culturale animeranno il territorio regionale. “Si tratta – spiega l’assessore ai Beni e attività culturali, Pietro Marcolini - di eventi di eccellenza che incarnano il concetto ampio di cultura su cui si stanno fondando le politiche culturali regionali, caratterizzati da forte interdisciplinarietà”.

 

A partire dall’Urbino Press Award, la prestigiosa manifestazione internazionale dedicata ai reporter che con il loro impegno e lavoro quotidiano informano milioni di persone. E’ il primo riconoscimento organizzato dall’Italia per i media degli Stati Uniti e di fatto è ormai inserito nella ufficialità dei rapporti bilaterali Italia-Usa.

 

E proprio oggi a Washington, alla presenza dell’assessore Marcolini, l’ambasciatore italiano, Giulio Terzi di Sant’Agata, annuncerà il vincitore della sesta edizione e il 3 giugno si svolgerà la cerimonia di premiazione a Palazzo Ducale di Urbino.

 

“E’ un’occasione preziosa per promuovere la nostra regione – commenta Marcolini da Washington – verrà anche proiettato lo spot interpretato da Dustin Hoffmann. La città di Urbino, in particolare, sarà all’apice della notorietà internazionale grazie al premio riservato ai maggiori giornalisti della stampa americana. Per la Regione, come ci ha ricordato Jack Lang nel corso del Forum, questa città è una ‘gemma del Rinascimento’”.

 

Oltre al Premio giornalistico, la città ospiterà a Palazzo Ducale la mostra delle Città ideali, “una riflessione a 360 gradi sul Rinascimento che pone Urbino e le Marche al centro di un messaggio di altissima importanza scientifica e artistica' commenta Marcolini, e sarà una sede, insieme ad Ancona, della Biennale di Venezia.

 

Cultura e industria si affiancano poi nel promuovere congiuntamente la  mostra ‘La bellezza delle cose’, dedicata al mondo del design, della produzione manifatturiera e industriale di oggetti di pregio, esposti per la loro dignità artistica. La mostra, promossa da ADI (Associazione per il Disegno industriale) ed altre istituzioni marchigiane, verrà inaugurata il 10 giugno, e sarà articolata in due distinte sezioni, allestite alla Mole Vanvitelliana di Ancona e nella Manifattura Tabacchi di Chiaravalle.

 

Chiara dimensione e vocazione internazionale anche per il  Festival ‘Poiesis’, appuntamento annuale a Fabriano, con il riconoscimento dell’Unesco e dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Il Festival, su più linguaggi espressivi, dà vita al confronto tra nuove generazioni e artisti di rilievo nazionale ed internazionale, il territorio e la tradizione locale. L’obiettivo è stimolare la riflessione sul senso del vivere insieme armonico e produttivo e creare occasioni di confronto, accrescere le sensibilità artistiche, offrire opportunità e attivare circuiti virtuosi in cui gli eventi culturali siano anche percorsi di formazione e promozione.

 

Analogamente viene ammesso a sostegno l’evento ‘Popsophia’, festival del contemporaneo che si tiene a Civitanova Marche dal 15 luglio al 7 agosto 2011. E’ il primo appuntamento nazionale della filosofia che si trasforma in filosofia popolare o pop filosofia. Attraverso la voce di pensatori illustri, critici, opinionisti e personaggi del mondo dello spettacolo e della cultura, Civitanova diventa un laboratorio per capire, declinare e approfondire il mondo della contemporaneità, una palestra dove artisti, musicisti, giornalisti e grandi personalità della cultura incroceranno le armi della dialettica e dell’intrattenimento. Si aprirà una vera e propria città dello spettacolo e del pensiero, un punto d'arrivo per i turisti della costa adriatica e non solo. Per quattro settimane si svolgeranno conferenze e rassegne musicali e culturali, si animeranno laboratori scientifici e letterari. Cinque mostre permanenti accompagneranno l’intera durata dell’evento e proseguiranno per tutta la stagione estiva.

 

(Serena Paolini)

 

20 aprile 2011

 

 

Invia questo articolo Stampa/Print