home  news  contattaci  SEZIONE WAI - accessibilità

| A| B| C| D| E| F| G| H| I| J| K| L| M| N| O| P| Q| R| S| T| U| V| W| X| Y| Z|
Cerca nel Sito

La Regione per la Cultura
Le banche dati del patrimonio culturale
Beni culturali
Spettacolo, mostre e attività culturali
Servizi per la cultura
Cinema e Marche Film Commission
Comunità Virtuale
> Principale  
REGIONE MARCHE - Piano per le attività cinematografiche per l’anno 2011
L’Assemblea legislativa regionale ha approvato il Piano per le attività cinematografiche per l’anno 2011, ai sensi della legge regionale 31 marzo 2009, n. 7 a sostegno del cinema e dell’audiovisivo


Con la deliberazione amministrativa n. 27 del 14.06.11 (vedi allegato a a fondo pagina) l’Assemblea legislativa regionale ha approvato il Piano per le attività cinematografiche per l’anno 2011, ai sensi della legge regionale 31 marzo 2009, n. 7 a sostegno del cinema e dell’audiovisivo. Il Piano, secondo l’articolo 3 della legge, individua i criteri e le modalità di attuazione dell’intervento regionale per il 2011.

 

L’atto illustra anzitutto le politiche regionali per il cinema nel 2010 e analizza i punti di forza e di criticità del settore registrati lo scorso anno. A questo proposito sottolinea sia l’importante ruolo che gli enti locali stanno svolgendo, sia  il fatto che  il cinema sorprendentemente non teme la crisi, con un significativo incremento di presenze sia a livello nazionale che marchigiano.


Dall’atto emerge inoltre l’importanza dell’investimento pubblico sulla difesa  della sala cinematografica come impresa culturale sul territorio, punto di  riferimento per assicurare vivibilità, aggregazione e consumo culturale nei centri urbani, sempre più deserti di tali luoghi, e che necessita anche di una crescita tecnologica.

 

Per il 2011, la finanziaria regionale destina all’attuazione della legge 7 la somma complessiva di € 650.000,00, finalizzata, attraverso specifiche misure, a sostenere la circuitazione  e programmazione del cinema di qualità, festival, rassegne, premi di carattere nazionale e internazionale, imprese ed esercizi cinematografici, produzioni, sceneggiature; a promuovere e valorizzare il patrimonio e la cultura cinematografica, la conoscenza dell’audiovisivo e dei nuovi linguaggi della multimedialità.

 

Le azioni di realizzazione di tali misure sono il sostegno ai Circuiti cinematografici di rilievo regionale, a favore di progetti sovra provinciali di messa in rete di sale cinematografiche finalizzati alla valorizzazione della cultura cinematografica e della funzione delle sale come luoghi privilegiati di promozione culturale (individuati mediante bando pubblico emanato con decreto del dirigente del servizio, con uno stanziamento di € 40.000,00);


il sostegno al progetto “Mostra Internazionale  del Nuovo Cinema di Pesaro” a favore dell’unico festival regionale del cinema su pellicola, punto di riferimento ineludibile per le attività culturali regionali, occasione di promozione della cultura del cinema in regione e meta significativa di turismo culturale (il contributo di € 90.000,00, sarà erogato previa apposita convenzione che valorizzi tutte le possibili sinergie tra l’evento mostra e il territorio regionale);

il sostegno a soggetti che senza finalità di lucro organizzano con stabilità festival, rassegne e premi di carattere nazionale ed internazionale,a favore di  progetti aventi ad oggetto l’organizzazione di festival, rassegne e premi, non finanziati con altre misure del Piano, individuati mediante bando pubblico emanato con decreto del dirigente del servizio con uno stanziamento di € 40.000,00;


il sostegno all’attività delle Sale cinematografiche autorizzate al pubblico esercizio, a favore della attività delle sale di proiezione cinematografica situate nei centri urbani e in particolare nei piccoli centri che versano in condizioni di particolare criticità legata anche al proliferare alle multisale e multiplex extraurbani. Il fenomeno infatti rischia di impoverire la proposta culturale e la capacità di aggregazione dei centri urbani che tendono sempre più a spopolarsi.

Inoltre la programmazione stessa  del cinema di qualità, legata in genere alle sale urbane, è penalizzata dalla forte attrazione dei film commerciali. Le sale saranno individuate mediante bando pubblico emanato con decreto del dirigente del servizio con uno stanziamento di  € 120.000,00.

 

Il sostegno alle produzioni e alla sceneggiatura, anche al fine di promuovere il territorio regionale, verrà principalmente attuato mediante la funzione di Marche Film Commission.


Nel 2010 infatti è iniziato un percorso volto a costituire un organismo multifunzionale di settore dove confluiscano le attività di Marche Film Commission e di Mediateca delle Marche, secondo le linee di indirizzo per la prima applicazione della nuova normativa regionale del settore cultura approvate con la Deliberazione della Giunta regionale n. 1301 del 9 settembre 2010. Per la realizzazione e lo sviluppo di tale Fondazione lo stanziamento complessivo è di € 305.000,00.

 

La promozione e valorizzazione del patrimonio e della cultura cinematografica, della conoscenza dell’audiovisivo e dei nuovi linguaggi della multimedialità sarà attuata su progetti a diretta regia regionale anche con eventuali risorse aggiuntive oltre quelle  ordinarie pari a 60.000,00.

Tra i vari progetti previsti per il 2011 si segnala la promozione delle iniziative culturali presso la Libreria del Cinema di Roma, finalizzato a instaurare una collaborazione con la suddetta libreria, fondata da Giuseppe Piccioni, noto regista marchigiano, diventata un importante punto di riferimento non solo per i cittadini romani ma per tutti  gli studiosi, gli appassionati, gli operatori del settore. Tale struttura ha ospitato iniziative di film commission, imprenditori (società di distribuzione e di produzione), associazioni, enti locali, assessorati, di tutti quegli organismi orientati in generale verso la produzione di contenuti che riguardano il cinema e la cultura in genere. La Libreria fungerà da antenna e vetrina privilegiata destinata alle eccellenze culturali regionali, così da attivare un canale di promozione mirata per l’intera regione.

 

A queste proposte si potrebbero aggiungere come progetti pilota regionali di carattere innovativo alcune proposte emerse dal tavolo tecnico, che ha lavorato al documento presentato al Forum del Cultura dell’8-9 aprile 2011,  da finanziarsi con risorse aggiuntive.


 

“Il cinema sorprendentemente non teme la crisi, con un significativo incremento di spettatori anche nel nostro territorio nel 2010. Un altro dato che conferma la validità della scelta di aumentare le risorse destinate alle attività culturali nel bilancio regionale.“ Così l’assessore alla Cultura e Bilancio, Pietro Marcolini commentando la recente approvazione del Piano Cinema da parte dell’Assemblea legislativa regionale, in attuazione della legge regionale n. 7 del 2009 che sostiene il cinema e l’audiovisivo. L’atto, oltre ad illustrare le politiche regionali per il cinema, analizza i punti di forza e di criticità del settore registrati lo scorso anno.

“Gli enti locali – aggiunge l’assessore- hanno avuto un ruolo collaborativo e propositivo molto importante per questa programmazione. Siamo convinti che sia fondamentale sostenere con investimenti pubblici la sala cinematografica come impresa culturale, che resta punto di riferimento per il consumo di Cultura, come il Teatro di storica tradizione nella nostra regione. Il Cinema è centro di aggregazione sociale della comunità, garantisce il buon livello di qualità di vita di un centro urbano e ne riduce il degrado e, inoltre, sta diventando anche settore di primaria importanza per la competitività e l’occupazione. Il cinema quindi è per sua natura promotore e difensore dell’identità culturale e dei valori sociali ed economici di un territorio. Per questo c’è bisogno anche di far seguire ai mutamenti della società,l’evoluzione tecnologica anche delle sale. Lo stanziamento per il 2011 di 650 mila euro – ha concluso Marcolini – servirà, attraverso specifiche misure, a sostenere la circuitazione e programmazione del cinema di qualità, festival, rassegne, premi di carattere nazionale e internazionale,produzioni, sceneggiature. In sostanza, a promuovere e valorizzare il patrimonio e la cultura cinematografica. “

Le misure:

-Sostegno ai circuiti ai Circuiti cinematografici di rilievo regionale – 40 mila euro : a favore di progetti sovra provinciali di messa in rete di sale cinematografiche finalizzati alla valorizzazione della cultura cinematografica e della funzione delle sale come luoghi privilegiati di promozione culturale

- “Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro”- 90 mila euro . Unico festival regionale del cinema su pellicola, punto di riferimento ineludibile per le attività culturali regionali, occasione di promozione della cultura del cinema in regione e meta significativa di turismo culturale.

- Organizzazione stabile di festival, rassegne, concorsi, premi – 40 mila euro. 

- Attività delle Sale cinematografiche- 120 mila euro - a favore della attività delle sale di proiezione cinematografica situate nei centri urbani e in particolare nei piccoli centri che versano in condizioni di particolare criticità legata anche al proliferare delle multisale extraurbane. Le sale saranno individuate mediante bando pubblico.


- Marche Film Commission- Fondazione Marche Cinema - 305 mila euro. Il sostegno alle produzioni e alla sceneggiatura, anche al fine di promuovere il territorio regionale, verrà principalmente attuato attraverso la funzione di Marche Film Commission. Nel 2010 infatti è iniziato un percorso destinato costituire un organismo multifunzionale di settore dove confluiscano le attività di Marche Film Commission e della Mediateca delle Marche, secondo le linee di indirizzo della nuova normativa regionale.
 

- Promozione e valorizzazione del patrimonio e della cultura cinematografica, della conoscenza dell’audiovisivo e dei nuovi linguaggi della multimedialità – 60 mila euro. Sarà attuata su progetti a diretta regia regionale anche con eventuali risorse aggiuntive. Tra gli altri progetti va segnalato per il 2011, la promozione delle iniziative culturali presso la Libreria del Cinema di Roma per instaurare una collaborazione con tale struttura fondata da Giuseppe Piccioni, noto regista marchigiano,diventata un importante punto di riferimento per tutti gli studiosi, appassionati e operatori del settore. La Libreria ha ospitato molte iniziative di film commission, imprese, associazioni, enti locali che si occupano di cinema e cultura. La Libreria fungerà da antenna e vetrina privilegiata destinata alle eccellenze culturali regionali, così da attivare un canale di promozione mirata per l’intera regione.

 



27 giugno 2011

 

 

 

Allegati
  
  PIANO CINEMA 2011
Invia questo articolo Stampa/Print