home  news  contattaci  SEZIONE WAI - accessibilità

| A| B| C| D| E| F| G| H| I| J| K| L| M| N| O| P| Q| R| S| T| U| V| W| X| Y| Z|
Cerca nel Sito

La Regione per la Cultura
Le banche dati del patrimonio culturale
Beni culturali
Spettacolo, mostre e attività culturali
Servizi per la cultura
Cinema e Marche Film Commission
Comunità Virtuale
> Principale  
PREMI - Oscar a Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo, le congratulazioni del presidente della Regione Marche Spacca e dell'assessore Marcolini
“Grazie Dante! Le Marche e l’Italia si sono svegliate questa mattina con un grande moto di orgoglio e felicità. A te e Francesca un abbraccio…infinito”. Con queste parole il presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca si è congratulato con un sms, appena terminata la cerimonia degli Oscar, con Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo premiati con la statuetta più ambita


                     


“Nessun dubbio – dice Spacca – che Dante Ferretti avrebbe conquistato il suo terzo Oscar. Con lui, sul palco degli Academy Awards, c’erano idealmente l’Italia e tutte le Marche che con fierezza si riconoscono in questo straordinario personaggio. Pochi giorni fa avevo parlato con lui al telefono: con emozione ha ringraziato i marchigiani per il calore, i tantissimi messaggi di affetto e gli auguri che gli arrivavano dalla sua terra natale alla quale, non ne ha mai fatto mistero neanche nelle interviste ai più importanti giornali di tutto il mondo, resta legatissimo. Sappiamo che ora è impegnato in Canada nella realizzazione di un nuovo film, ma ci auguriamo che presto Dante Ferretti con Francesca Lo Schiavo, possa ricevere di persona i complimenti dei marchigiani per questo ennesimo successo. Lo aspettiamo presto!”.

 

Oscar a Dante Ferretti, Marcolini: “Per la Regione uno stimolo ulteriore a sostenere il cinema”

Magnifica occasione di festa: il giorno del suo compleanno è la notte del terzo Oscar (The Aviator, Sweeney Todd - Il diabolico barbiere di Fleet Street), giunto dopo un’interminabile serie di nomination (Le avventure del barone di Münchausen, Amleto, L'età dell'innocenza, Intervista col vampiro, Kundun, Gangs of New York) Dante Ferretti, al fianco di una luminosa e commossa Francesca Lo Schiavo, riceve ancora una volta il massimo riconoscimento del cinema mondiale. “This is for Martin and for Italy” con queste parole la coppia di italiani più richiesta dal Gota del cinema internazionale esprime il proprio ringraziamento all’autore amico Martin Scorsese e al proprio Paese. “Lo scenografo marchigiano Dante Ferretti” così è stato dettagliatamente identificato l’autore degli straordinari e misteriosi cunicoli del tempo in Hugo Cabret. E con questa qualifica lo scenografo porta con sé nel mondo, insieme alla capacità immaginifica delle sue creazioni, il coraggio, l’umiltà e la forza della sua terra.

“Rivolgiamo le più vive congratulazioni a Dante Ferretti per aver inanellato il terzo Oscar della sua carriera, che fa onore al nostro Paese e ci inorgoglisce come marchigiani – commenta l’assessore regionale alla Cultura, Pietro Marcolini - Ferretti ha ancora una volta dato forma ad una straordinaria visionarietà, riconfermando la capacità produttiva e la grande forza di evoluzione culturale e sociale del cinema. Per la Regione Marche il riconoscimento all’estro creativo di Ferretti costituisce uno stimolo ulteriore all’impegno per fare dell’investimento in cultura e del sostegno al cinema un filone d’intervento non episodico e di grande potenzialità. Questo abbiamo cercato di fare con la nascita della Fondazione Marche Cinema Multimedia”.

“Per onorare l’evento - continua l’Assessore Marcolini - intendiamo affiancare al film Hugo Cabret, in proiezione nelle sale, la visione del documentario “Dante Ferretti: scenografo italiano”, prodotto da Cinecittà, Nicomax Cinematografica e Combo Film col sostegno di Marche Film Commission, già presentato alla Mostra internazionale del cinema di Venezia nel 2010. Per cominciare a rendere concreta e attiva l’integrazione tra il sostegno alla produzione cinematografica e quello alla circuitazione in sala.”

 



27 febbraio 2012

Invia questo articolo Stampa/Print