home  news  contattaci  SEZIONE WAI - accessibilità

| A| B| C| D| E| F| G| H| I| J| K| L| M| N| O| P| Q| R| S| T| U| V| W| X| Y| Z|
Cerca nel Sito

La Regione per la Cultura
Le banche dati del patrimonio culturale
Beni culturali
Spettacolo, mostre e attività culturali
Servizi per la cultura
Cinema e Marche Film Commission
Comunità Virtuale
> La Regione per la Cultura / Le attività dell'assessorato e del Servizio Cultura. Comunicati stampa e news di settore / Marche Cultura News  
PARIGI - La cultura e la poesia delle Marche in scena all’Unesco di Parigi
Il Festival Poiesis di Fabriano quest’anno è stato scelto dall’UNESCO per rappresentare l’Italia al Festival delle Diversità Culturali, una manifestazione di prestigio che ha lo scopo di far accrescere la consapevolezza dei valori della diversità, della libertà e della dignità umana. Marcolini: “Sostegno a eventi che valorizzano i grandi protagonisti delle Marche e l’intero territorio”


 “La Regione Marche è onorata di rivestire un ruolo nella promozione e nel sostegno di festival e attività che, come quella dell’UNESCO, valorizzano il tema della diversità culturale, tema che tocca tutti gli aspetti sociali, economici, culturali legati alla conservazione della pace e al miglioramento della nostra società”.

E’ questo il commento dell’assessore regionale alla Cultura, Pietro Marcolini, che parteciperà domani sera,
a Parigi, alla Maison dell’UNESCO, alla presentazione dell’opera di Giorgio Battistelli, “Experimentum Mundi”, basata su testi scelti dall'Encyclopedie ou Dictionnaire raisonné des sciences des artes et des métiers di Diderot.

 

L’evento è collegato al Festival Poiesis di Fabriano, conclusosi domenica scorsa e sostenuto dalla Regione Marche, che quest’anno è stato scelto dall’UNESCO per rappresentare l’Italia al Festival delle Diversità Culturali, una manifestazione di prestigio che ha lo scopo di far accrescere la consapevolezza dei valori della diversità, della libertà e della dignità umana.

 

In questo ambito si inserisce la rappresentazione dell’opera di Battistelli che porta in scena per circa un'ora, sedici artigiani (più quattro voci femminili e percussioni) con i loro attrezzi, il loro lavoro, i loro suoni, la loro fatica, in un grande affresco scenico e musicale.

 

Alla presenza della direttrice generale dell’UNESCO, Irina Bokova, del responsabile Cultura UNESCO, Philippe Ratte, dell’ambasciatore d’Italia presso l’UNESCO, Luigi Serra, e di Francesca Merloni, direttore artistico di Poiesis, sarà l’occasione per far conoscere al pubblico e alla stampa parigini la Regione Marche e tutte le sue peculiarità culturali e turistiche, nel segno del fortunato spot, che ha come protagonista Dustin Hoffman, “Marche. Le scoprirai all’Infinito”, che verrà proiettato nel grande auditorium dell’UNESCO.

 

L’assessore Marcolini illustrerà lo spot dove si vede l’attore americano leggere una delle poesie più note della letteratura, l’Infinito di Giacomo Leopardi, la cui emozionalità è strettamente legata alle visioni, alle luci, ai colori della terra marchigiana: “Hoffman – dice l’assessore alla Cultura - diventa così il sublime demiurgo che interpreta e dà vita a una inedita e superiore immagine delle Marche, è simbolo mediatico del nuovo turista, colui che cerca l’esperienza nuova, una terra da scoprire e da amare, dove la cultura è primigenia, a monte della catena del valore perché, essendo millenaria, è stata interiorizzata nel modus operandi, nello stile di vita, nei prodotti finali del tessuto economico regionale. Le eccellenti produzioni marchigiane nascono infatti dalla creatività e dall’impegno quotidiano e da una vigorosa e consolidata tradizione che ha, quale elemento di base, la ricerca del gusto e della qualità”.

 

Marcolini, infine, parlerà degli altri eventi culturali promossi e sostenuti in via prioritaria dalla Regione Marche nel 2010: il Centenario di Giovan Battista Pergolesi e il progetto dedicato a Padre Matteo Ricci.

 

APPLAUSI PER LA CULTURA MARCHIGIANA ALL’UNESCO DI PARIGI

Marcolini: “Sostegno a eventi che valorizzano i grandi protagonisti delle Marche e l’intero territorio”

 

“E’ un grande onore per la Regione Marche promuovere e sostenere attività culturali e manifestazioni, quali appunto quella dell’Unesco, che valorizzano il tema della diversità culturale, che tocca tutti gli aspetti sociali, economici, culturali, legati alla conservazione della pace e al miglioramento della nostra società”.

 

Così l’assessore regionale alla Cultura, Pietro Marcolini, ha salutato il numeroso pubblico che ieri sera, nella Sala I della Maison dell’Unesco di Parigi ha applaudito la messa in scena dell’opera musicale di Giorgio Battistelli “Experimentum Mundi”, inserita nel programma del Festival Poiesis di Fabriano e scelta per rappresentare l’Italia al Festival della diversità culturale per il dialogo e lo sviluppo, promosso dalla stessa organizzazione delle Nazioni Unite.

 

Un grande successo per le Marche, Fabriano e Poiesis, le cui immagini hanno fatto da sfondo al palco su cui l’assessore Marcolini, prima del concerto, ha illustrato lo spot promozionale della Regione che ha come protagonista Dustin Hoffman “Marche. Le scoprirai all’Infinito”, dove si vede l’attore americano leggere una delle poesie più note della letteratura, l’Infinito di Giacomo Leopardi.

 

Ad ammirare questa inedita e superiore immagine delle Marche, una terra da scoprire e da amare, dove la cultura è primigenia, sono stati il responsabile Cultura Unesco, Philippe Ratte, l’ambasciatore d’Italia presso l’Unesco, Luigi Serra, Francesca Merloni, direttore artistico di Poiesis, oltre alla nutrita platea e alla stampa parigina. Presenti anche il sindaco e l’assessore alla Cultura del Comune di Fabriano, rispettivamente, Roberto Sorci e Sonia Ruggeri. Ospiti d’eccezione, l’attore Neri Marcorè e l’attrice Marisa Berenson. Parole lusinghiere per l’iniziativa promozionale della Regione da parte di Ratte e grande entusiasmo dell’ambasciatore  Serra  nel descrivere la bellezza delle Marche, da lui conosciuta e apprezzata. Per l’occasione è stato predisposto anche uno spazio di promozione e di celebrazione delle eccellenze marchigiane e fabrianesi.

 

“Il festival Poiesis – ha dichiarato Marcolini - si aggiunge e si integra con l’azione della Regione Marche di sostegno a eventi che valorizzano i grandi protagonisti delle Marche, terra natale di Raffaello da Urbino, città riconosciuta patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, Gentile da Fabriano, Bramante, Giacomo Leopardi, Gioachino Rossini, Gaspare Spontini, musicista di corte di Napoleone e autore di grandi opere liriche concepite a Parigi come la sublime Vestale, la grandiosa Olympia, il forte Fernand Cortez”.

Marcolini ha poi elencato gli altri eventi promossi in via prioritaria dalla Regione Marche nel 2010: il Centenario di Giovan Battista Pergolesi e il progetto dedicato a Padre Matteo Ricci, per il quale è stata realizzata la mostra itinerante “Matteo Ricci. Incontro di civiltà nella Cina dei Ming” che è stata ospitata a  Pechino, è ora in corso a Shanghai per l’EXPO 2010 e, successivamente, sarà allestita a Nanchino e Macao.

“Colto e pieno di carisma – ha detto Marcolini - Padre Matteo Ricci è stato un grande comunicatore e grazie alla sua padronanza dell’arte della memoria riuscì a realizzare, per l’epoca, un’impresa titanica: entrare nella Cina  del XVI secolo ed esportare in questa terra così ostile verso gli stranieri le categorie e le ‘banche dati’ della cultura occidentale”. 
Nel segno di Padre Matteo Ricci un marchigiano, che, insieme al suo bagaglio di studi, in Cina portò anche lo spirito della sua terra, le sue differenze, percepiti come un valore aggiunto, tanto da teorizzare nella sua opera che non esiste ‘vera unità senza differenze’, l’assessore Marcolini ha ringraziato l’Unesco per l’accoglienza e ha espresso a tutti gli spettatori l’augurio di un arrivederci nelle Marche.

La partecipazione dell’assessore all’incontro è stata anche l’occasione per rafforzare i contatti dell’istituzione regionale con l’Unesco in vista delle attività della Regione e degli enti locali per il riconoscimento di altri due siti: Ascoli Piceno e Loreto-Recanati.

 

A Parigi Marcolini ha avuto inoltre un incontro nella sede dell’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico relativo al programma Leed di indagine riguardante l’introduzione di modelli innovativi nei processi di sviluppo locale. L’interesse della Regione per questa indagine è legato all’obiettivo di ottenere un quadro d’insieme aggiornato degli strumenti e delle attività utili per la valorizzazione del territorio, delle sue caratteristiche e potenzialità in modo da attrarre investimenti e di arricchire la documentazione regionale con uno studio indipendente e autorevole che costituirebbe un punto di riferimento per gli operatori economici interessati alle Marche in tutti i settori produttivi.

 

 21 maggio: dichiarazione dell'Assessore della Regione Marche Pietro Marcolini su POIESIS 2010 Clicca qui

info@poiesis-fabriano.it
www.poiesis-fabriano.it

POIESIS è realizzato dall’Associazione Culturale Deca e da Kind Art in collaborazione con: Regione Marche, Provincia di Ancona, Comune di Fabriano. Con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali        

                                                                          
25 maggio 2010

Invia questo articolo Stampa/Print