home  news  contattaci  SEZIONE WAI - accessibilità

| A| B| C| D| E| F| G| H| I| J| K| L| M| N| O| P| Q| R| S| T| U| V| W| X| Y| Z|
Cerca nel Sito

La Regione per la Cultura
Le banche dati del patrimonio culturale
Beni culturali
Spettacolo, mostre e attività culturali
Servizi per la cultura
Cinema e Marche Film Commission
Comunità Virtuale
> Principale  
GERUSALEMME - Al via il Progetto Adriatico Mediterraneo 2010
Sabato 29 maggio la Regione Marche, l’Istituto musicale Magnificat, l’Associazione Adriatico Mediterraneo e la FORM saranno a Gerusalemme per un concerto che corona un progetto di collaborazione e cooperazione internazionale per la ricostruzione dell’Istituto musicale Magnificat sostenuto dal Presidente Gian Mario Spacca dopo un accordo con il Presidente del Magnificat Padre Armando Pierucci e del Custode di Terra Santa, Padre Pierbattista Pizzaballa



A GERUSALEMME APRE IL PROGETTO ADRIATICO MEDITERRANEO

 

LA REGIONE MARCHE E L’ISTITUTO MUSICALE MAGNIFICAT

CON L'ASSOCIAZIONE ADRIATICO MEDITERRANEO

IN TERRA SANTA

PER LO STABAT MATER

CON L’ORCHESTRA FILARMONICA MARCHIGIANA E IL CORO YASMEEN

 

L’opera di Giovanni Battista Pergolesi, per una produzione in esclusiva

tutta declinata al femminile per voci e direzione

 

 

Si apre l’edizione 2010 del Progetto Adriatico Mediterraneo. In diversi momenti dal 29 maggio al 13 ottobre per 100 eventi per 200 artisti coinvolti, una serie di prestigiosi appuntamenti all’estero, prima tappa in terra di Israele (29 maggio - Gerusalemme), e altri sei paesi, dal Montenegro (11 giugno - Cattaro) alla Bosnia-Erzegovina (2/3 luglio Sarajevo) dalla Tunisia (25 luglio – Hammameth) all’Albania (14 agosto – Argirokastro) e si concluderà in Egitto (dal 9 al 13 ottobre – Alexandria. Il Cairo, Ismaileya). Sul territorio regionale, ad Ancona, si terrà, come di consueto, la fase clou del progetto, ila quarta edizione del Festival Internazionale Adriatico Mediterraneo (dal 28 agosto al 5 settembre).

Il Progetto parte quindi sabato 29 maggio 2010; la Regione Marche, l’Istituto musicale Magnificat, l’Associazione Adriatico Mediterraneo e la FORM saranno insieme a Gerusalemme per un concerto che corona un progetto di collaborazione e cooperazione internazionale per la ricostruzione dell’Istituto musicale Magnificat sostenuto dal Presidente della Giunta regionale Gian Mario Spacca dopo un accordo con il Presidente del Magnificat Padre Armando Pierucci e del Custode di Terra Santa, Padre Pierbattista Pizzaballa. Il concerto nasce in collaborazione tra la Regione Marche, la Form e l’Istituto musicale Magnificat di Gerusalemme e rientra nei progetti di cooperazione internazionale promossi negli ultimi anni dall’Associazione Adriatico Mediterraneo, importante realtà culturale con sede ad Ancona, in Italia. Con questo appuntamento Adriatico Mediterraneo, con il sostegno della Regione Marche e di altre Istituzioni territoriali, apre un cartellone di più di 100 appuntamenti che tra estero e italia si concluderanno ad ottobre 2010.

 

La sede dell'Istituto Magnificat è di proprietà della Custodia di Terra Santa ed è locata in alcuni locali nel Convento di San Salvatore. Il Presidente della Giunta regionale marchigiana Gian Mario Spacca ha visitato l'Istituto constatando la vetustà dei locali e la loro insufficienza e ha aderito alla richiesta del Presidente del Magnificat, Padre Armando Pierucci, e del Custode di Terra Santa, Padre Pierbattista Pizzaballa, di cofinanziare il progetto di ricostruzione dell'Istituto musicale. La Regione Marche, assieme ad Adriatico Mediterraneo, intende, con questo progetto, promuovere il dialogo e la pacifica convivenza tra ragazzi e famiglie di diversa estrazione culturale e religiosa sostenendo le attività dell'Istituto Magnificat di Gerusalemme; offrire migliori opportunità di studio ad un numero sempre maggiore di studenti e insegnanti mediante la costruzione della nuova sede dell'Istituto Musicale Magnificat di Gerusalemme. Partner del progetto sono anche il Comune di Maiolati Spontini come soggetto capofila, l’Associazione Premio Vallesina Onlus e una forte rete di enti pubblici sostenitori.

L'Istituto Magnificat di Gerusalemme promuove lo studio della musica e svolge una duplice funzione: è luogo di dialogo ed è luogo di orientamento e di preparazione professionale in campo concertistico e didattico. L'Istituto è frequentato da 200 alunni musulmani, cristiani ed ebrei impegnati in nove differenti indirizzi di studio (pianoforte, violino, flauto, organo, canto, composizione, violoncello, musica corale).

Organizzare un evento musicale di grande rilevanza artistica e culturale rivolto ai cittadini di Gerusalemme è sicuramente un segnale importante per la società civile e un fiore all’occhiello per l’Italia e per la cooperazione tra i due paesi coinvolti. La città di Gerusalemme, culla del Mediterraneo e delle religioni, riveste per un progetto di cooperazione culturale come quello di Adriatico Mediterraneo un punto d’arrivo molto importante e significativo.

L’appuntamento del 29 maggio vede protagonisti la Form-Orchestra Filarmonica Marchigiana e il Coro Yasmeen dell’Istituto Musicale Magnificat della Città Santa nell’esecuzione dello Stabat Mater di Gian Battista Pergolesi  (nel tricentenario dalla nascita Adriatico Mediterraneo ha scelto di omaggiare il grande compositore marchigiano con un progetto di cooperazione culturale) e di canti tradizionali in arabo ed ebraico. Per l’occasione, tre parti dell’opera, scritta per soprano, mezzosoprano e orchestra d’archi, verranno eseguite dal Coro Yasmeen: l’inizio Stabat Mater, Fac ut ardeat e l’Amen finale. Il direttore d’orchestra sarà Cinzia Pennesi, il maestro del coro Hania Soudah Sabbara, il soprano Stefania Donzelli, il mezzosoprano Elisabetta Lombardi, l’accompagnatore pianistico Julia Semenova. Il concerto si terrà nella Sala “Immacolata”, Porta Nuova, Città Vecchia di Gerusalemme

Lo Stabat Mater di  Giovan Battista Pergolesi, gioiello del primo Settecento napoletano, riesce a fondere in se l'intensità del dolore e la levità della consolazione in un discorso musicale che, pur coinvolgendo l'ascoltatore con sensualità, riesce nel contempo a guidarlo nel percorso di riflessione presente nella sequenza poetica dello “Stabat Mater” di Jacopone da Todi.


L’Orchestra Filarmonica Marchigiana, fondata nell’anno 1985 ed oggi gestita dalla Fondazione Orchestra Regionale delle Marche (FORM), è una delle tredici Istituzioni Concertistiche Orchestrali italiane (ICO) riconosciute dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Attualmente il M° Donato Renzetti ne è il direttore artistico. Formata per la maggior parte da valenti musicisti marchigiani, fra cui molti giovani, l’Orchestra Filarmonica Marchigiana affronta con notevole flessibilità il repertorio sia lirico, sia sinfonico, distinguendosi di conseguenza per una particolare duttilità sul piano artistico-interpretativo, come rilevato da tutti gli interpreti e i direttori d’orchestra che con essa hanno collaborato. Rivolge una particolare attenzione alla valorizzazione dei compositori marchigiani del passato, soprattutto Pergolesi, Rossini e Spontini, promuovendo nel contempo anche l’attività dei maggiori compositori marchigiani contemporanei.

Il Coro Yasmeen è formato da gruppo di giovani allievi dell’Istituto Magnificat che, oltre ad esibirsi nel quadro delle attività scolastiche, è il protagonista del festival annuale “La Lanterna Magica” e  partecipa al Concorso Pianistico “Carlo Tavasani” al fine di premiare i migliori accompagnatori pianistici.



L’ASSESSORE MARCOLINI ALL’APERTURA DEL FESTIVAL ADRIATICO MEDITERRANEO

“Evento che rafforza la cooperazione culturale e promuove il dialogo e la pace tra i popoli”

 

“Mentre oggi Israele entra a far parte ufficialmente dell’Ocse con la partecipazione di Peres e Netanyau alla riunione ministeriale dell’organizzazione per lo sviluppo e la cooperazione economica, tenutasi a Parigi, domani la Regione Marche inaugurerà un’importante iniziativa di cooperazione che mette al centro la cultura e la crescita nella convivenza. Mi sembrano due eventi che hanno in comune l’obiettivo di favorire e condizionare l’affermarsi della pace e dello sviluppo tra popoli”.


Così da Parigi, l’assessore regionale alla Cultura, Pietro Marcolini, commentando l’apertura del Festival Adriatico Mediterraneo edizione 2010,  che si terrà domani a Gerusalemme con il Concerto per Magnificat che vede impegnata la Form-Orchestra Filarmonica Marchigiana e il Coro Yasmeen dell’Istituto Musicale Magnificat della Città Santa.


L’assessore parteciperà all’evento musicale che “ nasce come iniziativa di grande rilevanza artistica e culturale per i cittadini di Gerusalemme, ma anche come segnale importante per la società civile  rappresentando un fiore all’occhiello per l’Italia e per la cooperazione culturale tra i due Paesi coinvolti”. 

La Regione Marche - continua Marcolini - sostenendo le attività dell'Istituto Magnificat di Gerusalemme, intende, pertanto, promuovere il dialogo e la pacifica convivenza tra ragazzi e famiglie di diversa estrazione culturale e religiosa; offrire migliori opportunità di studio e lavoro ad un numero sempre maggiore di studenti e insegnanti, mediante la costruzione della nuova sede”.

L'Istituto Magnificat di Gerusalemme promuove lo studio della musica e svolge una duplice funzione: è luogo di dialogo ed è luogo di orientamento e di preparazione professionale in campo concertistico e didattico. L'Istituto è frequentato da 200 alunni musulmani, cristiani ed ebrei impegnati in nove differenti indirizzi di studio (pianoforte, violino, flauto, organo, canto, composizione, violoncello, musica corale).

 


Adriatico Mediterraneo è promosso da Regione Marche, Comune di Ancona, Provincia di Ancona, con il sostegno della Camera di Commercio di Ancona.

 

Il Festival è un progetto a cura dell’Associazione A.M Adriatico Mediterraneo.

 

Con il coinvolgimento di FORM-Orchestra Filarmonica delle Marche, Teatro Stabile delle Marche, Fondazione Teatro delle Muse, Sferisterio Opera Festival, Istituto Superiore di Studi Musicali “G.B.Pergolesi”, MAC-Manifestazioni Artistiche Contemporanee, Teatro del Canguro, Comunità Ebraica di Ancona, CVM-Comunità Volontari per il Mondo.


Hanno dato il patrocinio:
Ministero degli Affari Esteri, Segretariato dell’Iniziativa Adriatico-Ionica, Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio, Forum delle Camere di Commercio dell’Adriatico e dello Ionio, UniAdrion- Università Politecnica delle Marche.

Info A.M Adriatico Mediterraneo 071/8046325 www.adriaticomediterraneo.eu


Nella foto: Padre Armando Pierucci e il presidente Gian Mario Spacca




 

28 maggio 2010


 

Invia questo articolo Stampa/Print